Elettrodotto, sul decreto per la "piccola variante"

La decisione del governo Berlusconi di imporre con decreto del presidente della Repubblica la realizzazione della "piccola variante" dell’elettrodotto Matera-Santa Sofia costituisce un atto di inaudita prevaricazione rispetto alle prerogative del comune di Rapolla e della Regione Basilicata, di cinica sottovalutazione dei pericoli a cui è sottoposta la salute dei cittadini.

Insomma è una vera e propria prepotenza. A questo punto non si può dire che il governo non fosse esattamente informato di come stavano le cose. Vi aveva provveduto l’amministrazione comunale di Rapolla. Gli stessi esponenti locali di Forza Italia hanno dichiarato in più occasioni di aver fornito ai loro rappresentanti nell’esecutivo nazionale tutti i dati relativi alle buone ragioni di una popolazione che non si è mai opposta alla passaggio dell’elettrodotto nel proprio territorio comunale ma ha proposto un’alternativa di percorso (la cosiddetta "grande variante") che la stessa Enel a un certo punto ha indicato come la soluzione definitiva per risolvere l’annosa questione.

Non posso tacere di provare un certo rammarico rispetto al fatto di non aver avuto nessuna risposta a una lettera che più di due settimane fa avevo inviato a tutti i parlamentari lucani del centrodestra, nella quale li invitavo a esercitare tutta la loro influenza sul governo. Spero solo che abbiano almeno tentato, anche se non hanno sentito la necessità di renderlo noto, non solo a me ma ai cittadini di Rapolla e all’opinione pubblica regionale.

Ora, tuttavia, bisogna sapere che non tutto è perduto. I lavori possono essere ancora fermati. Vi sono le legittime iniziative di fronte alla magistratura dei cittadini danneggiati, come anche quelle degli enti locali e della Regione. E, comunque anche se così non fosse, deve essere chiaro che Enel e governo non possono rimangiarsi l’impegno preso sulla "grande variante" quale tracciato definitivo dell’elettrodotto.

27.02.2004

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista