Disabili mentali: i Comuni intervengano per modificare i criteri di ammissione ai soggiorni marini.

Mi piace considerare un mero incidente di percorso l’esclusione di soggetti affetti da patologie mentali da un periodo di soggiorno al mare rivolto a disabili di alcuni Comuni della Basilicata.

Non mi sfugge la difficoltà di gestire in ambienti probabilmente non sufficientemente idonei la coabitazione di patologie e disabilità tra loro molto diverse. Ma ciò non può in alcun modo giustificare pratiche discriminatorie anche se non intenzionalmente provocate. Spero si ponga riparo, almeno per il futuro, a un errore così clamoroso.

22 agosto 2006

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista