Contro la presenza militare italiana in Afghanistan

DI SIENA (DS-U) Domando di parlare per dichiarazione di voto in dissenso dal mio Gruppo.
PRESIDENTE Ne prendo atto e le do la parola.
DI SIENA (DS-U) Signor Presidente, a differenza del voto che esprimerà il Gruppo cui appartengo, annuncio la mia contrarietà al provvedimento in esame per due ragioni fondamentali.

In primo luogo, poiché a suo tempo, insieme ad altri senatori del Gruppo dei Democratici di Sinistra e del centro-sinistra, ho espresso un voto negativo in merito alla spedizione italiana in Afghanistan, oggi non posso che manifestare nuovamente la mia contrarietà nel momento in cui si arriva a finanziare quella missione.

La discussione che si è svolta in questi due giorni nell'Aula del Senato conferma ancor più il mio orientamento negativo nei confronti di una tendenza e di un indirizzo, in cui vedo accomunati componenti di uno schieramento ampio di questo Parlamento, che riguarda il futuro delle relazioni internazionali, il modo in cui es se sono gestite, i possibili sviluppi e gli ulteriori pericoli di estensione del conflitto.

Il fatto che per la prima volta si ricorra, nella fattispecie, all'attivazione del codice militare di guerra, sia pure con le limitazioni - di cui apprezzo lo spirito - con le quali da parte della maggioranza del mio Gruppo si è contribuito a contenerne l'efficacia, mi sembra rappresenti una conferma di quel piano inclinato su cui il nostro Paese e la comunità internazionale si stanno incamminando. Ciò comporta, da un lato, l'estensione del conflitto e, dall'altro lato, la possibilità di una tendenziale militarizzazione della vita delle nostre società.

So - naturalmente parlo a titolo personale - che questi miei convincimenti non sono isolati all'interno del Gruppo dei Democratici di Sinistra e che un numero cospicuo di senatori DS la pensa co me me. Credo che questo debba essere un elemento di riflessione per tutta l'Aula, ma soprattutto per il centro-sinistra, che su questi temi ritengo abbia bisogno di meditare a lungo e di verificare un mutamento di indirizzo che purtroppo non condivido e che mi pare sia confermato nell'orientamento di voto. (Applausi dai Gruppi Misto-Com, Verdi-U e Misto-RC e dei senatori Salvi, Bonavita e Fassone).

23.01.2002

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista