Sul licenziamento di Tonino Innocenti dalla Fiat di Melfi


Interrogazione pubblicata il 13 febbraio 2003, seduta n. 333
Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

Tenuto conto:

che lo scorso 7 febbraio 2003 la FIAT di Melfi (SATA) ha comunicato al signor Tonino Innocenti, delegato sindacale eletto nella FIOM-CGIL, l’avvenuto licenziamento per presunto "comportamento scorretto";
che il signor Innocenti ha prontamente impugnato il provvedimento dell’Azienda, contestando le singole accuse che sono alla base dello stesso;

che la vicenda mostra risvolti preoccupanti in considerazione delle mansioni sindacali svolte dall’interessato e dunque coinvolge delicati profili di tutela dei diritti del lavoratore e del cittadino,

si chiede di sapere:

se non si ravvisino comportamenti antisindacali da parte dell’Azienda;
se non si ritenga di dover intervenire per controllare l’effettivo grado di tutela dei diritti sindacali e di quelli individuali di tutti i lavoratori nella zona industriale di Melfi.

Sen. Piero Di Siena

13.02.2003

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista