Sull'elettrodotto Matera-Santa Sofia


Interrogazione al Ministro dell'Ambiente

Considerato che

la vicenda ell'elettrodotto Matera-Santa Sofia si protrae ormai da troppi anni, rischiando di mettere seriamente a repentaglio la salute dei cittadini oltre a recare danno al paesaggio e alle attività agricole;

che il protrarsi dell'insicurezza ha generato crescente preoccupazione fra le popolazioni dei comuni più direttamente interessati: Barile, Melfi e Rapolla;

che anche la regione Basilicata ha deciso di appoggiare la proposta avanzata da un comitato di cittadini e detta "grande variante", che prevede lo spostamento a valle dei tralicci, lontano dai cittadini e dai terreni coltivati;

che la Regione Basilicata è intenzionata a sostenere questa proposta in sede di Confrenza dei servizi.

Si chiede di sapere

Se il governo non intenda intervenire presso l'ENEL perchè riveda in modo significativo le proprie decisioni circa il percorso dell'elettrodotto;

se il Governo non ritenga di dover appoggiare in sede di Conferenza dei servizi modifiche che corrispondono alle primarie esigenze di tutela sia della salute dei cittadini che del territorio e del patrimonio ambientale.

Sen. Piero Di Siena

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista