Sui provvedimenti contro Vittorio Agnoletto


Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Premesso:

che il dottor Vittorio Agnoletto, leader riconosciuto del Genoa Social Forum, ma anche medico di provata competenza e membro della "Consulta degli esperti e degli operatori sociali sulle tossicodipendenze", risulta dimissionato da detta Consulta con atto
unilaterale del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali;

che questo dimissionamento rappresenta un atto di ritorsione per le posizioni critiche del dottor Agnoletto verso il Governo e la gestione dell'ordine pubblico durante il recente vertice "G8" di Genova;

che dal punto di vista professionale nulla viene rimproverato al dottor Agnoletto,

si chiede di sapere:

se il Ministro abbia valutato le ripercussioni di un atto che clamorosamente smentisce il principio liberale della distinzione fra capacità professionale e opinioni politiche, e che appunto punisce un cittadino per il solo fatto di aver assunto posizioni in contrasto
con quelle del Governo in carica;

se il Ministro intenda anche per il futuro usare il criterio dell'appartenenza politica per valutare le candidature a collaboratori degli organi di consulenza professionale e scientifica;

se non ritenga invece di dover recedere dal dimissionamento del dottor Agnoletto;

Sen. Piero Di Siena

25.07.2001

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista