Un contributo al superamento delle divisioni

www.rossodisera.info 5 febbraio 2008

Una coordinamento permanente di associazioni e organizzazioni locali per dare vita a un movimento per la costruzione della Sinistra, l'Arcobaleno, una campagna di adesione al nuovo soggetto politico che si terrà in tutta l'Italia tra fine febbraio e inizia di marzo, un impulso alla costruzione delle Case della Sinistra su tutto il territorio nazionale: sono questi gli obiettivi dell'assemblea convocata il 10 febbraio al Cinema Farnese a Roma. Una scelta che, nel pieno di una crisi politica senza precedenti nella storia recente della Repubblica e dopo il fallimento dell'esperienza di governo dell'Unione che lascerà il segno su tutti coloro che ne sono stati protagonisti, vuole reagire in positivo ai ritardi e alle incertezze che sono seguite all'Assemblea della sinistra e degli ecologisti dell'8 e 9 dicembre e dare un contributo al superamento delle divisioni che rendono travagliato il parto persino di una lista comune alle future elezioni.
Naturalmente, è necessario che questa lista si faccia e presto. Tutti sanno che affrontare in comune la prossima difficilissima campagna elettorale è condizione necessaria, sebbene non sufficiente, per dare vita al nuovo soggetto, unito e plurale, della sinistra italiana. Ma è anche facilmente comprensibile che il suo destino non può essere affidato solo all'esito delle elezioni. Perciò è necessario che, contemporaneamente allo sviluppo della campagna elettorale, il nuovo partito della sinistra in qualche modo inizi a vivere attraverso un processo di costruzione dal basso, rimettendo nelle mani di tanti uomini e tante donne della sinistra quel compito che i gruppi dirigenti degli attuali partiti non hanno, finora, saputo compiere fino in fondo.
Il 10 febbraio avrà inizio quindi un'impresa politica che non ignora il carattere cruciale di questo appuntamento elettorale ma guarda già oltre, nella consapevolezza che qualunque sia il suo esito (mi piacerebbe che nel Pd fosse sconfitta la linea di Veltroni e si potesse costruire un centrosinistra rinnovato rispetto all'esperienza dell'Unione e veramente competitivo con la destra) la sinistra italiana si troverà di fronte a una fase fondativa della Repubblica, oltre i confini del sistema politico degli ultimi quindici anni, nella quale sarà costretta a ripensare al suo ruolo e alla sua funzione nazionale. Si troverà anche a dover affrontare le tanti ragioni di malessere che si sono accumulate nella società italiana, a dare una risposta alla "fatica di vivere" che affligge tanti strati della popolazione, a cominciare dalle intollerabili condizioni di reddito e dalla precarietà del lavoro.
Il nuovo soggetto, che abbiamo deciso di chiamare la Sinistra, l'Arcobaleno, avrà un futuro se saprà dare una risposta a tutto ciò. Dal 10 febbraio esso riprende in un certo senso il suo cammino. Le associazioni, che finora si erano come affidate ai partiti per portare a compimento questa impresa, ora stabiliscono autonomamente tappe e ruolino di marcia.
Se lo sapranno fare senza troppi calcoli e prudenze daranno un contributo che sarà prezioso per tutti.

www.rossodisera.info 5 febbraio 2008

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista