FIAT Melfi, cariche ingiustificate, Governo ne risponda subito

Ero presente alle cariche della Polizia contro i lavoratori della FIAT di Melfi. E' stata un'azione violenta senza giustificazione alcuna. I lavoratori infatti erano disposti a far passare i 15 capireparto e impiegati che volevano andare al lavoro, nonostante la partecipazione pressoché unanime dei lavoratori allo sciopero, ma non volevano che passassero i pullman e i camion per trasportare le macchine costruite nello stabilimento.

La Polizia ha colpito più di un centinaio di lavoratori che non hanno opposto alcuna resistenza, il Governo e il Ministero dell'interno, da me contattato prima delle cariche, non ha accettato nessuna ipotesi di mediazione. Agli attacchi verbali e alle minacce contro la lotta dei lavoratori di Melfi, da parte di Maroni e Sacconi, sono seguiti i manganelli di Pisanu.

Il Governo che continua a negare un tavolo di trattativa a questi lavoratori, deve rispondere immediatamente in Parlamento di questo atto di gratuita violenza.

Rivolgo un appello a tutte le organizzazioni dei partiti della sinistra e del centro-sinistra del Melfese e dell'Alto Bradano, alle amministrazioni democratiche perché mobilitino in queste ore difficili tutti i cittadini a fianco dei lavoratori della SATA. Presso i picchetti, la lotta in corso deve vedere un'ampia partecipazione e solidarietà di tutto il popolo della zona, anche in vista dello sciopero generale di mercoledì.

26.04.2004

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista