FIAT Melfi, Berlusconi riferisca in aula sui fatti di ieri

Dichiarazione del senatore Piero Di Siena, della Presidenza del gruppo Ds, interve nuto questa mattina nell'aula del Senato sui fatti accaduti ieri alla Fiati di Melfi.

"Chiedo che il Presidente del Consiglio venga in Aula a riferire su quanto accaduto ieri alla FIAT di Melfi e sul comportamento del Governo nella vertenza in corso. Sottolineo la mia richiesta: non qualsiasi esponente del Governo ma il Presidente del Consiglio", ha detto stamane in aula il senatore Piero Di Siena, della presidenza del gruppo Ds.

"In verità, ci troviamo di fronte, almeno questa è la mia opinione, ad una condotta veramente incredibile da parte di vari esponenti del Governo del Paese. Sono testimone diretto del fatto che l’intervento di ieri della Polizia a Melfi è stato ossessivamente sollecitato, anche di fronte a funzionari di Polizia ivi presenti e riluttanti, da parte di funzionari del Ministero dell’interno, cioè direttamente da Roma.

Sembrano poi incredibili gli attacchi di Maroni e Sacconi alla lotta in corso. Almeno a mia memoria è la prima volta che vedo esponenti del Governo della Repubblica aprire una vera campagna di criminalizzazione e di odio verso un sindacato. Mi riferisco alla FIOM, un sindacato che appoggia, al pari di altri (penso all’UGL, ad esempio), la lotta in corso a Melfi e che è aperto al confronto, come dimostra il fatto che oggi pomeriggio ci sarà un incontro con FIM, FISMIC e UILM per ristabilire un tavolo delle trattative. In terzo luogo, credo che il Governo debba rispondere del fatto che non vi è una iniziativa per costruire un tavolo negoziale in cui tutti possono concorrere alla soluzione dei problemi insorti nello stabilimento di Melfi".

"Per quanto mi riguarda, insieme ai senatori non solo del centro-sinistra ma anche del centro-destra lucani, avevo chiesto al sottosegretario Letta di attivarsi in questa direzione; cento deputati di tutti gli schieramenti hanno intrapreso questa iniziativa presso la Camera. Da parte nostra, non si riscontra nessuna azione da parte del Governo tale da consentire, come dovrebbe essere normale, di avviare un confronto tra le parti dato che è del tutto evidente, per quanto è accaduto nel corso di queste settimane, che le parti da sole non sono in grado di definire un confronto che possa portare ad una soluzione positiva.

Se la vicenda di Melfi, come dicono i gruppi dirigenti della FIAT, costituisce ormai un serio problema per lo stesso andamento della produzione dell'auto nel nostro Paese, credo che bisogna iniziare a trattare. Il Governo deve assumersi delle responsabilità. Per queste ragioni, chiedo nuovamente che il Governo si rechi in Aula a riferire su quanto è accaduto e sulle ragioni dell'assenza di iniziativa in merito al negoziato".

27.04.2004

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista