Ofanto, non più rinviabile lo stato di calamità naturale.

Il moltiplicarsi dei fenomeni franosi in tutto il territorio della Basilicata e lo straripamento dell'Ofanto in territorio di Melfi ai confini con la Puglia rende ormai non più rinviabile la dichiarazione dello stato di calamità naturale. E' poi del tutto evidente che le misure di sicurezza lungo il corso dell'Ofanto sono assolutamente inadeguate. Né può costituire una giustificazione la condizione di secca della quale il fiume tradizionalmente soffre.

Le politiche di tutela del territorio a livello nazionale e locale richiedono un salto di qualità e gli eventi calamitosi di questi giorni ne sono una dolorosa conferma.

23 marzo 2006

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista