Incidenti sul lavoro a Melfi,
la Fiat riveda l’organizzazione del lavoro

Dichiarazione del sen. Piero Di Siena, Sinistra Arcobaleno

Un altro lavoratore è morto alla Fiat di Melfi. Siamo a tre incidenti gravi, di cui due mortali, nel giro di pochi mesi. E' da tempo che chiediamo che la Fiat ponga riparo a una situazione insostenibile frutto di un'organizzazione del lavoro massacrante e di un'azione dell'Asl e della magistratura che finora in alcune occasioni è apparsa troppo comprensiva nei confronti dell'azienda.
Sarebbe anche ora che i vertici della giunta regionale di Basilicata dicano una parola chiara sulle condizioni di lavoro alla Fiat di Melfi. E', infatti, con i fondi della Regione che l'azienda guidata da Marchionne aprirà a Melfi un'attività di ricerca sul design, è ciò dà alle istituzioni regionali qualche titolo in più per intervenire sui rapporti interni alla fabbrica, oltre alle responsabilità dirette per quel che riguarda l'operato della Asl.
Insomma, nessuno può tirarsi fuori dalle sue responsabilità. E sarebbe bene che al cordoglio unanime per un'altra morte che si sarebbe dovuta evitare, seguano scelte conseguenti".

Roma 26 marzo 2008

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista