Immigrazione, sul centro di accoglienza di Palazzo

"La morte di un lavoratore immigrato nelle campagne di Palazzo, benché avvenuta con ogni probabilità per cause naturali, riporta all'attenzione dell'opinione pubblica il tema delle condizioni di vita e di lavoro di questi lavoratori soprattutto durante il periodo della raccolta del pomodoro. Le avverse condizioni climatiche di questa stagione, su cui si concentrano giustamente le attenzioni degli imprenditori agricoli per i danni che ne derivano per le produzioni, hanno reso quest'anno ancora più precarie le condizioni di tanti costretti a stare, in molti casi, giorno e notte all'aperto o in ripari di fortuna.

E' noto che soprattutto a Palazzo si stia attrezzando un centro di accoglienza che dovrebbe almeno lenire tali situazioni di disagio ma è necessario accelerare i tempi perché l'opera sia portata a compimento e resa totalmente agibile.

L'episodio di cronaca di questi giorni deve altresì indurre tutte le forze di centrosinistra, impegnate ai diversi livelli istituzionali, a rafforzare politiche verso gli immigrati orientate all'accoglienza. Sul piano nazionale stiamo attraversando un momento nel quale nell'azione legislativa del governo si stanno sviluppando invece politiche ostili agli immigrati e ispirate da orientamenti apertamente razzisti.

Proprio l'evoluzione dell'economia agricola lucana dimostra invece come gli immigrati siano una risorsa da cui non si può prescindere. Ma proprio la realizzazione di migliori condizioni di vita per questi lavoratori possono essere un contributo a superare quel senso di precarietà e disordine che spesso nell'opinione pubblica alimenta insicurezza e atteggiamenti xenofobi".

07.11.2002

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista