Elettrodotto: "Terna capisca"

"Il governo nazionale deve imporre alla Terna e all'Enel di rispettare gli impegni assunti relativi ai tempi e alle procedure per la realizzazione della "grande variante". E' molto grave infatti che per l'appuntamento del 5 novembre la Terna non fosse in condizioni di contribuire alla soluzione dei problemi sul tappeto.Quello della "grande variante" è l'obiettivo principale da realizzare e su cui non dovranno essere tollerate marce indietro. Per questa ragione è importante che lo stato di agitazione, soprattutto dei cittadini di Rapolla, continui fino all'ottenimento di garanzie certe per la sua realizzazione. Va dato atto all'esecutivo regionale e al vicepresidente Restaino del rigore ma anche dell'equilibrio con cui sta seguendo questa difficile vicenda e del ruolo che sta svolgendo la Regione Basilicata.

14 novembre 2003

   
 
         
Copyright © Piero Di Siena.net 2005 | best view 800x600 | webmaster | Aggiungi il sito ai tuoi Preferiti | contatt@mi | credits
Melfi l'Unità il manifesto liberazione emergency.it critica marxista